SELEZIONATI I VINCITORI DEL PREMIO SCENA&POESIA 2018! Leggi il comunicato...
SELEZIONATI I VINCITORI DEL PREMIO SCENA&POESIA 2018! Leggi il comunicato...

continua...

Archivio 2008-09-10-11-12-13-14

ATTIVITA' SPAZIOTEATRO 2008-2009

12/11/2009

PIEMONTE DELLE RESIDENZE

14:30 - IVREA

LE RESIDENZE
UNA NUOVA STRATEGIA PER IL TEATRO ITALIANO

Organizzato da: Associazione Piemonte delle Residenze, con il sostegno della Regione Piemonte, della Fondazione CRT e della Città di Ivrea

 

L’Associazione Piemonte delle Residenze invita a Ivrea per il prossimo 12 e 13 novembre 2009 , tutti i rappresentanti delle Residenze italiane, le Regioni che ne sono diventate le principali promotrici, il Ministero, le Istituzioni nazionali e le Fondazioni bancarie. Si tratta di un'occasione non solo per confrontare le esperienze e approfondire conoscenze e relazioni, ma soprattutto per individuare e condividere una serie di proposte operative. E' infatti urgente, in un momento nel quale la crisi tocca il settore dello spettacolo dal vivo, non solo ribadire la centralità del sostegno pubblico alla cultura, ma declinare tale principio sulla base di alcuni criteri cui ispirare la necessaria riorganizzazione del Sistema Teatro in Italia.

La scelta di Ivrea come sede per ospitare l’incontro, nella cui area operano ben tre residenze, è significativa e non casuale: infatti convoca il settore in Piemonte, regione che nell’ultimo decennio ha avuto un ruolo trainante nel processo di nascita e crescita delle Residenze, per fotografare le esperienze in atto in Italia e dare avvio ad una nuova fase fondante di un sistema nazionale.

L’appuntamento di Ivrea è posto al termine di tre diverse assise regionali che si sono svolte a febbraio in Lombardia, a marzo in Toscana e a maggio in Puglia. Del valore di queste precedenti discussioni esso può dunque far tesoro e, al pari delle precedenti occasioni, cercare le sintesi di un dibattito aperto. L'intenzione è quella di ottenere risultati concreti: nel rapporto con gli altri attori del sistema teatrale; nella definizione che dalle Residenze emerge nelle regole scritte o da scrivere da parte delle Regioni e dello Stato; nella dimensione di spazio dedicato alla figura dell'artista; nella specifica dialettica con il pubblico, parte determinante per ogni esperienza teatrale, ma elemento ancor più fondante per una Residenza, chiamata ad innervare l'esperienza teatrale nello spazio fisico di un territorio e in quello mentale della comunità che lo abita.

Il programma di ogni convegno ricorda la struttura dell'indice di un libro. Suggerisce, nel susseguirsi dei temi proposti, delle ipotesi; consegna ai partecipanti il compito di arrivare a definire delle tesi; chiama gli stessi all'impegno della successiva verifica dei risultati. Ma la struttura dell'appuntamento di Ivrea vuole e può caratteristiche specifiche e peculiari.

L’opportunità di sottoscrivere in questa sede un protocollo di intesa a favore della diffusione e dello sviluppo dell'esperienza delle Residenze tra le Regioni Piemonte, Puglia e Toscana offre infatti la rara occasione di poter declinare in regole e azioni i principi e le intenzioni.

Il programma dunque riprende i contenuti principali del Protocollo e li trasforma in seminari i cui partecipanti sono chiamati ad individuare linee di condotta e proposte d'azione concrete, che sarà possibile restituire all'intera assemblea nella fase di relazione dei singoli tavoli.

Terminiamo questa presentazione citando quanto affermato dall’Assessore alla Cultura della Regione Piemonte, Gianni Oliva: <<la cultura produce welfare intellettuale>>. Siamo vicini a coloro che instancabilmente ricordano ad una società in ciò distratta che cultura significa benessere sociale ed economico di una nazione, significa felicità per gli individui e maggior forza di intraprendere e di creare sì valore, ma fondato sui Valori. E là dove prossimità ed efficacia dell'intervento esercitano la loro correlazione, in quel punto si colloca lo spazio d'azione delle Residenze, uno spazio pieno di opere realizzate e di possibilità ancora inespresse.

Ora, in questo momento di grave congiuntura economica, il modello di stabilità leggera espresso dalle Residenze, rispettoso delle identità e necessità territoriali, sostenibile e trasparente, necessita di un lavoro comune e coordinato tra imprese, Istituzioni e operatori, per elaborare e mettere in atto un progetto capace di consolidare e sviluppare i potenziali in embrione. La finalità è quella di dare avvio a un processo sinergico tra i diversi sistemi del Teatro italiano, trovando così il senso di un agire nuovo al passo coi tempi in grado di cogliere le idee, i desideri, le istanze e i bisogni di una società in continuo divenire e di sintetizzarli in progetti culturali possibili e ammissibili.

 

 

PROGRAMMA

 

12 NOVEMBRE

SALA S.MARTA Piazza S. Marta, Ivrea (To)

 

ore 14.30

REGISTRAZIONE INVITATI

 

ore 14,45

SALUTI E APERTURA LAVORI

 

Fabio Naggi

Residenza Mulitidisciplinare di Ivrea e del Canavese – Stilema/Unoteatro

 

Carlo Della Pepa

Sindaco della Città di Ivrea

 

Gimmi Basilotta

Presidente Associazione Piemonte delle Residenze

LE RESIDENZE RISORSE DA POTENZIARE E INTEGRARE IN UN DISEGNO NAZIONALE

 

Silvia Godelli

Assessore al Mediterraneo Regione Puglia

 

Paolo Cocchi

Assessore alla Cultura Regione Toscana

 

Gianni Oliva

Assessore alla Cultura Regione Piemonte

 

ore 15,45

Andrea Rebaglio

Fondazione Cariplo

L’INTERVENTO DELLE FONDAZIONI BANCARIE A SOSTEGNO DELLE RESIDENZE

 

ore 16,00

FIRMA DEL PROTOCOLLO DI INTESA TRA LE REGIONI PIEMONTE, PUGLIA E TOSCANA

 

ore 16.30

MUSEO CIVICO P.A. GARDA Piazza Ottinetti 18, Ivrea (To)

 

DIVISIONE DEI PARTECIPANTI ED APERTURA TAVOLI DI LAVORO

 

1 – Protocollo d’Intesa: dalla carta dei principi ai progetti attuativi

coordina il tavolo Gimmi Basilotta

 

2 - Modelli di residenza, rapporti con il territorio, promozione e formazione del pubblico

coordina il tavolo Nicoletta Scrivo

 

3 - Multidisciplinarietà, ricerca e nuove professionalità

coordina il tavolo Giordano Amato

 

4 - Le Reti, la distribuzione, i rapporti con i Circuiti e le Stabilità

coordina il tavolo Antonio Damasco

 

 

ore 19.30

CHIUSURA TAVOLI DI LAVORO

 

ore 20,00

sistemazione in albergo

 

ore 21,00

cena

 

 

13 NOVEMBRE

SALA S.MARTA Piazza S. Marta, Ivrea (To)

 

ore 9,00

APERTURA LAVORI

coordina Fabio Naggi

Residenza Mulitidisciplinare di Ivrea e del Canavese – Stilema/Unoteatro

 

ore 9,15

Cristina Favaro

Osservatorio Culturale del Piemonte

RISULTATI DEL MONITORAGGIO SULLE RESIDENZE IN PIEMONTE

 

ore 9,30

RELAZIONI DAI TAVOLI DI LAVORO

 

coffee break

 

ore 11,00

DIBATTITO

 

ore 12,45

Emilia De Biasi

VII commissione (cultura, scienza e istruzione) Camera dei Deputati

LA LEGGE QUADRO PER LO SPETTACOLO DAL VIVO

 

ore 13,15

CONCLUSIONI E SALUTI

Daniela Formento

Direttore regionale Cultura, Turismo e Sport

 

 

Sono stati invitati a partecipare al convegno:

Dott. Salvatore Nastasi

Ministero per i beni e le attività culturali - Direttore Generale per lo spettacolo dal vivo

Dott. Onofrio Cutaia

Ente Teatrale Italiano – Direttore Generale

 

 

Info 011.19740290 organizzazione@piemontedelleresidenze.org

referente Francesca Savini

Torna su


entra nella fotogallery del Teatro delle Selve

Teatro degli Scalpellini > VADO A TEATRO! Stagione teatrale 2017-2018 - direzione Teatro delle Selve

  • Con il sostegno di FONDAZIONE PIEMONTE DAL VIVO
    Con il sostegno di FONDAZIONE PIEMONTE DAL VIVO
  • REGIONE PIEMONTE
    REGIONE PIEMONTE
  • Comune di San Maurizio d'Opaglio
    Comune di San Maurizio d'Opaglio
  • Istituzione Museo del Rubinetto
    Istituzione Museo del Rubinetto
  • ECOMUSEO DEL LAGO D'ORTA E MOTTARONE
    ECOMUSEO DEL LAGO D'ORTA E MOTTARONE

RASSEGNA STAMPA PRODUZIONI


Sede Legale: Via Carmine 5, Vacciago - 28010 AMENO (NO)
Sede Operativa: TEATRO DEGLI SCALPELLINI - Via Marconi, 1 - 28017 San Maurizio d’Opaglio (NO)
P. Iva 01695070035

email: info(at)teatrodelleselve.it
Cell. +39 339 66 16 179