E' on-line il programma completo di VADO A TEATRO! stagione 2018-19 del Teatro degli Scalpellini...
E' on-line il programma completo di VADO A TEATRO! stagione 2018-19 del Teatro degli Scalpellini...

continua...


PREMIO SCENA&POESIA 2018 | II edizione

  • Con il contributo di
    Con il contributo di

Progetto GREEN AGENT

  • Laboratori di Teatro nella Natura
    Laboratori di Teatro nella Natura

Franco Acquaviva

  • TEATRO NELLE FIBRE DEL CORPO, Giuliano Ladolfi Editore
    TEATRO NELLE FIBRE DEL CORPO, Giuliano Ladolfi Editore
  • SCENA&POESIA I | a cura di Franco Acquaviva
    SCENA&POESIA I |  a cura di Franco Acquaviva
  • SCENA&POESIA II | a cura di Franco Acquaviva
    SCENA&POESIA II |  a cura di Franco Acquaviva

Archivio 2008-09-10-11-12-13-14

TEATRI ANDANTI 2011

14/07/2011

POETI A VOCE - Festival di Poesia Letta e Detta. I GIORNATA

21:15 - ALZO DI PELLA - ASS. FAMIGLIA ALZESE

POETI & MUSICISTI (Nomi all'interno della scheda)

POETI & MUSICISTI (Nomi all'interno della scheda)

(foto di Tiziano Fratus)

 

Con (in ordine alfabetico)
TIZIANO FRATUS; GIANLUCA MERCADANTE & BANDA PUTIFERIO; GUIDO MICHELONE & MATTEO NEGRIN; FRANCESCA TINI BRUNOZZI & CARLOT-TA; FAUSTA SQUATRITI

La poesia anticamente è oralità, è canto, è performance qui e ora del poeta, dell'Aedo. In certe culture orali dell'Africa Occidentale la figura del poeta-sciamano-attore è ancora una realtà ben presente, come nel caso dei Griot, stupefacenti raccontatori orali. In che modo la poesia contemporanea si confronta con l'oralità/vocalità della poesia? Quanto nel far ciò entra in contatto con il teatro, o con la musica?

Questa prima giornata è dedicata alla poesia e alla narrativa di alcuni interessanti e affermati autori in dialogo con la musica dal vivo eseguita da versatili e importanti musicisti.

 

I   P O E T I
Tiziano Fratus. Fondatore e direttore delle Edizioni Torino Poesia. Le sue opere sono state tradotte e pubblicate, oltre che in Italia, in Francia, Gran Bretagna, Stati Uniti, Spagna, Portogallo, Argentina. Slovacchia, Polonia e Giappone. E' fautore di un percorso dedicato alla presa di coscienza e di valorizzazione del patrimonio arboreo monumentale in Piemonte e in Italia, che si concretizza nella pubblicazione dei volumi "Homo Radix. Appunti per un cercatore di alberi" e "Le bocche di legno. Guida arborea del Piemonte" recensiti su La Stampa di Torino e diversi quotidiani e riviste.

Gianluca Mercadante. Ha pubblicato "McLoveMenu" (Stampa Alternativa 2002, Premio Parole di Sale), "Il Banco dei Somari" (NoReply, 2005), "Nodo al Pettine – Confessioni di un parrucchiere anarchico" (Alacràn, 2006), "Polaroid" (Las Vegas, 2008), la fiaba illustrata per bambini "Il giardino nel recinto di vetro" (Birichino, 2009) e "Cherosene" (Las Vegas, 2010).Decine di suoi racconti sono apparsi in antologie e riviste, ma abitando in Italia trae il proprio sostentamento altrove.
Scrive inoltre di critica letteraria per "La Stampa", "Nella Nebbia", "Orizzonti", "Pulp" e "Satisfiction". Da una sua sceneggiatura il regista Davide Celoria ha girato il cortometraggio "Il gallo del Sant'Andrea" (Promoval, 2007 – Premio Cinema in Diretta).

Guido Michelone. Docente di Civiltà Musicale Afroamericana all'Università Cattolica di Milano, ha svolto attività di consulenza per diverse case editrici (Bompiani, Arcana, Fabbri, Paoline, Elledicì, Castelvecchi, Marinotti) e per il gruppo 'Cinicocinema' dei registi Daniele Ciprì e Franco Maresco. Ha scritto o curato una trentina di libri, tra cui Mi ricordo il jazz, Immagine, Il jazz-film, Il cinema dei Beatles, Musica e mondo giovanile, Jazz & foto, Coloriture, Il iazz mito riti spettacolo, Senti un pop, Una storia del jazz, Ticket To Write, I Simpson, I Beatels.
Nell'ambito della jazz-poetry ha scritto testi lirici e drammaturgici (Parlanti swing diversi, Mi ricordo anni settanta, Jazz in polvere, Benzine 1958, Primo Levi Remix) per alcuni fra i maggiori jazzmen italiani (Gaetano Liguori, Alberto Mandarini, Carlo Actis Dato, Maurizio Brunod). Vincitore nel 1996 del Premio Nazionale Latina per il Tascabile.

Francesca Tini Brunozzi. Ha pubblicato la raccolta di poesie Frau (2007) con traduzioni di poesie in varie lingue, ha curato le antologie Le carte di riso. Quindici poeti vercellesi (2008), Pollockiana. Poeti italiani contemporanei per la nuova pittura americana, (2009). Le sue liriche sono apparse sulle riviste «Specchio della Stampa», «L’immaginazione» e «Accattone», nelle antologie italiane Le voci della poesia (Elytra Edizioni 2000), Poesia da fare (Biagio Cepollaro E-dizioni 2003), SwingInVersi (Lampi di stampa, Milano, 2004) e Help! The Beatles! (Lampi di stampa 2005), nelle antologie bilingui Pomèes chuchotes sur la berge di Po (ELR Edizioni Le Ricerche, Losone, 2008), Double Skin. New Poetry Voices from Italy and Singapore (Ethos Books, Singapore, 2009).  Ha pubblicato il saggio La vertigine della maschera. Il poetry slam come gioco letterario” in Corpi letterari. L’esperienza sportiva nella cultura del Novecento (Interlinea, Novara, 2005).
Nel 2010 ha pubblicato Frau e le altre, nuova edizione ampliata e riveduta di Frau. 

Fausta Squatriti, artista visiva, poeta, saggista, narratrice, espone le sue opere in Italia e all’estero dalla metà degli anni ’60. Ha studio a Milano, Vacciago, Parigi. La sua mostra più recente “Ecce homo” è stata nel 2010 al Moscow Museum of Modern Art, catalogo Charta. Ha pubblicato poesia con Scheiwiller, all’Insegna del Pesce d’Oro, Manni, Book, Testuale, ha vinto il Premio Montale. E’ del 2006 il romanzo “Crampi”, Abramo editore. La raccolta di poesia “Filo a piombo”
vincitore del Premio “Leggere donna” è pubblicato da Tracce.

 

I   M U S I CI S T I
Banda Putiferio nasce nel 2003 dal progetto live dei suoi principali autori, Daniele Manini e Roberto Barbini. Entrambi in passato hanno militato in un gruppo storico dell'area "dark" degli anni '80, i "Faded Image" e, negli anni '90 hanno fondato il gruppo di “combat folk” "Circo Fantasma". Il lavoro parallelo con il teatro nei primi anni del 2000 (le commedie teatrali "Sensi" e "Fosco Le Roi" con Teatro Materia) li ha portati a lavorare dal vivo su diverse soluzioni di spettacolo. Il live più "tradizionale" nei locali e nei festival, due recital ("Parole Stanze" e "Flessibilina") per i teatri e gli spazi teatrali, e reading - spettacoli con alcuni scrittori italiani. In questa dimensione oltre all'attrice Enrica Russo, si alternano i musicisti Massimo Braga, Gianfranco Tripodi e Massimiliano Donna (Afterhours, La Crus). Nei due ultimi cd hanno collaborato una moltitudine di musicisti, poeti, teatranti, registi ed autori.

Carlot-ta. Carlot-ta ha suonato, suona e collabora con diverse band/formazioni/progetti ma preferisce proporre dal vivo le sue composizioni da sola, accompagnandosi con pianoforte, chitarra, theremin, loop station, carillons, glockenspiel, tastiere giocattolo e altri oggetti. Dal 2009 ha avuto modo di esibirsi in un centinaio di locali, teatri, festival, rassegne e piazze in tutta Italia; è stata ospite del Premio Tenco, del Premio Bindi e di Spaziale Festival, Libra Festival, La Ghironda Festival, Salone del Libro; ha avuto la possibilità di condividere il palco con Melissa Auf der Maur, Cocorosie, Morgan, Kaki King, Nada, Massimo Volume, Subsonica, Yo yo mundi, Paolo Benvegnù.
Spesso Carlot-ta musica versi di poeti francesi, talvolta di poeti inglesi, quasi mai di se stessa. Le sue performance, così come la sua musica sono molto introspettive, talvolta un po’ oscure, a tratti teatrali o forse cinematiche. I suoni di pianoforte e voce sono di certo quelli dominanti; la ricerca è tesa verso armonie irregolari e strutture inconsuete. È, insomma, quella di Carlot-ta musica da ascoltare preferibilmente in silenzio. E senza ballare. Il primo disco ufficiale di Carlot-ta, “Make me a picture of the sun”, è uscito il 14 marzo 2011 per la neonata etichetta indipendente fiorentina “Anna the Granny” e con la produzione di Gianmaria Ciabattari (unePassante, Le formiche nell’orto). Gli arrangiamenti orchestrali sono a cura di Gianluca Cangemi e il disco, che vede la partecipazione di numerosi musicisti provenienti perlopiù da ambienti musicali distanti da quello pop, è mixato da Tommy Bianchi. Contiene canzoni cantate in inglese, francese e italiano

Matteo Negrin (Torino, 1974) Chitarrista, autore, patafisico.
Nel 1999 incide il primo CD a proprio nome: Tre storie per la casa discografica Jazz Mobile Records.
L’anno successivo vince la Biennale dei giovani artisti dell’Europa e del Mediterraneo.
Sempre a suo nome, nel 2000 pubblica per la UTET il CD Impressioni e Paesaggi.
È del 2001 il CD Notturno per la casa discografica MAP nella collana Nausicaa’s Garden.
Sempre nel 2001 vince il Premio Grinzane Cavour 2001, nella sezione Parole e Musica, con lo spettacolo Canti d’Oriente e d’Occidente tratto dall’omonimo romanzo del poeta Giuseppe Conte.
Negli anni successivi incide una dozzina di album come side-man, fino all’ultimo album a proprio nome nel 2008: Jouer Sans Frontières per Dodicilune Edizioni e l'imminente Glocal Sound del 2010.
Di notevole interesse l'interazione tra musica e video in una fattiva collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema.
Collabora con la RAI di Roma nell’ambito della realizzazione di collonne sonore e jingles originali.
Da alcuni anni è docente di chitarra presso il Centro Jazz Torino.
Numerose tournèe come leader o side-man dal teatro Baretti del quartiere San Salvario di Torino dove è nato al Simphony Space di Broadway a New York, dove ce lo hanno portato.

 

 

 

 

 

Torna su


entra nella fotogallery del Teatro delle Selve

Teatro degli Scalpellini > VADO A TEATRO! Stagione teatrale 2018-2019 - direzione Teatro delle Selve

  • Con il sostegno di FONDAZIONE PIEMONTE DAL VIVO
    Con il sostegno di FONDAZIONE PIEMONTE DAL VIVO
  • REGIONE PIEMONTE
    REGIONE PIEMONTE
  • Comune di San Maurizio d'Opaglio
    Comune di San Maurizio d'Opaglio
  • Istituzione Museo del Rubinetto
    Istituzione Museo del Rubinetto
  • ECOMUSEO DEL LAGO D'ORTA E MOTTARONE
    ECOMUSEO DEL LAGO D'ORTA E MOTTARONE

RASSEGNA STAMPA PRODUZIONI


Sede Legale: Via Carmine 5, Vacciago - 28010 AMENO (NO)
Sede Operativa: TEATRO DEGLI SCALPELLINI - Via Marconi, 1 - 28017 San Maurizio d’Opaglio (NO)
P. Iva 01695070035

email: info(at)teatrodelleselve.it
Cell. +39 339 66 16 179